Trattamento delle cicatrici della nascita

Hai una CICATRICE della NASCITA ?

Che cosa sono? Parliamo della cicatrice del taglio cesareo e della cicatrice dell’episiotomia (il famoso “taglietto” del parto spontaneo).

Quando è fondamentale trattarla? Ecco alcune esempi:

  • disfunzioni del pavimento pelvico
  • sensazione di una “zona morta”
  • dolori mestruali
  • problemi posturali
  • difficoltà e dolore durante i rapporti sessuali

 

Queste sono solo alcune delle conseguenze che può avere una cicatrice della nascita. Altro aspetto fondamentale da non trascurare quando parliamo di cicatrici della nascita, è la grande componente emotiva che le sostiene. Ogni cicatrice infatti, ci lascia addosso non solo un’impronta fisica ma anche emozionale ed energetica. Tali ferite possono rappresentare simbolicamente una fase di distacco, di ansia e di cambiamento della percezione di sè come donne.

Dar voce a quella “ferita” e far uscire da quel tessuto connettivo questo vissuto traumatico e doloroso (compreso di tutto ciò che di negativo porta con sè, come ansia e paura) è molto importante per ristabilire un equilibrio fisico ed emotivo. Il trattamento può essere eseguito subito dopo il parto o a distanza di anni, non c’è un limite di tempo.
Si può praticare sia a studio che a domicilio, in un luogo che vi metta il più possibile a vostro agio.
Ogni incontro ha durata di circa 2-3 ore e i trattamenti necessari sono almeno 5.
È un percorso introspettivo e di ascolto del proprio corpo, dove si utilizzano tecniche di respirazione, medicina tradizionale cinese e digitopressione.